Claudia Montanarini picchiata e umiliata dal marito

venerdì, 15/11/2013 15:37 da ADMIN 8 commenti »

“Picchiata e umiliata“. E’ finita più volte in ospedale Claudia Montanarini contro il marito, il costruttore romano Pulcini: rinviato a giudizio.

claudia montanarini sorella di giulia

Claudia Montanarini è stata tronista a Uomini e Donne insieme a Tina Cipollari.

Calci, schiaffi, pugni e in alcuni casi anche frustate con la cinta. Poi la corsa al pronto soccorso per farsi curare le ferite. Divieti di uscire di casa. Umiliazioni in pubblico e in privato. L’obbligo di parlare al cellulare con il vivavoce, perché il marito potesse controllarla.

È il quadro inquietante (fornito dalla moglie nella denuncia) del matrimonio tra il costruttore romano Daniele Pulcini e Claudia Montanarini, volto noto della tv. Una querela presentata dalla donna lo scorso 21 aprile, e che ha portato il marito alla sbarra per reati che vanno dal sequestro di persona ai maltrattamenti in famiglia fino alle lesioni personali.

I reati contestati dalla procura non convincono il legale di Pulcini, Claudio Principe, che spiega: “Sicuramente il matrimonio era conflittuale, ma non certo tale da configurare alcun tipo di reato”. L’avvocato si dice fiducioso che “l’istruttoria dibattimentale farà emergere, anche grazie all’escussione dei testimoni, l’innocenza del Pulcini. Bisogna poi sottolineare – spiega Principe – che dopo i fatti in questione non vi è stata separazione tra i coniugi e che si potrebbe anche profilare una riconciliazione“.

Tuttavia l’uomo è ora imputato (la prima udienza del processo si è tenuta martedì scorso davanti al pm Lina Corbeddu) e ha il divieto tassativo, stabilito dalla procura, di avvicinarsi alla moglie. Un carattere violento, secondo la testimonianza della donna, quello di Pulcini. Una gelosia che sfociava in atti di ferocia. L’imprenditore “percuoteva la donna con calci, schiaffi, pugni e la picchiava – si legge nel capo d’imputazione – con una cinghia in cuoio munita di fibbia in metallo”.

Più di una volta, la donna sarebbe finita all’ospedale. L’ultima volta al policlinico Umberto I il 17 aprile 2013, il giorno in cui la Montanarini ha trovato la forza di denunciare il marito: “In ospedale – emerge dalla querela – ho avuto il coraggio di riferire per la prima volta da quando mi sono sposata, la situazione di soggezione, la sottomissione psicologica e fisica e le profonde lesioni morali che porto dentro di me da troppo tempo e che mi hanno annientato nella personalità e dignità di donna“.

Tra le altre cose, la Montanarini sostiene che il marito l’abbia “subdolamente costretta ad abbandonare il mondo dello spettacolo“. Proprio lei, che in tv si era costruita una certa notorietà, opinionista della prima ora della trasmissione di Maria De Filippi “Uomini e donne” e poi giurata nel reality show “L’uomo perfetto” su Sky.

Un matrimonio che ha avuto pochi momenti di felicità. Le prime vessazioni da parte del marito risalirebbero già ai primi giorni della loro unione. I due erano convolati a nozze ad aprile del 2007, e già sei mesi dopo si verificarono le prime aggressioni: l’uomo, si ricostruisce nella querela, colpiva la moglie “cagionandole ecchimosi ed escoriazioni”. Un crescendo di violenza culminato, secondo la procura, nei primi mesi del 2013 nell’utilizzo di un candelabro e di una cinta.

Fonte:repubblica.it

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici...

Leggi anche...


  1. patri il 06/01/2014 17:39

    Non sapevo niente di questa situazione, e la cosa mi ha molto colpita. Anche perché Claudia si è sempre proposta come una donna dal carattere determinato e inflessibile e non ti aspetteresti certo che una persona così riesca a sopportare per tanto tempo simili violenze e umiliazioni…E’ molto difficile capire cos’è che riesca a far durare così a lungo un’unione al cui interno accadono queste cose, solo i due protagonisti possono.
    Da parte mia, posso solo esprimere a Claudia la mia solidarietà di persona e di donna (Y)

  2. cuore di mare il 16/11/2013 15:08

    Se cosi’ , stadio evolutivo del lombrico.

  3. panara il 16/11/2013 05:33

    Senza parole

  4. Ade il 16/11/2013 01:15

    Allora non facendo la cattiva, ma lei ha detto a Barbara (bubbi) che barbara mai era stata sposata e che lei ha avuto tre mariti, ha ofeso pesantemente Alessio in difesa della sorella, perciò non capisco le frasi dette per lei “Un matrimonio che ha avuto pochi momenti di felicità. Le prime vessazioni da parte del marito risalirebbero già ai primi giorni della loro unione. I due erano convolati a nozze ad aprile del 2007, e già sei mesi dopo si verificarono le prime aggressioni: l’uomo, si ricostruisce nella querela, colpiva la moglie “cagionandole ecchimosi ed escoriazioni”. Un crescendo di violenza culminato, secondo la procura, nei primi mesi del 2013 nell’utilizzo di un candelabro e di una cinta. Perchè lei stava ancora con lui?
    Mi spiace molto perchè uomo che picchia le donne doveva andare in galera per sempre.

  5. miska il 15/11/2013 23:15

    Mi dispiace di cuore per claudia

  6. elisa.c il 15/11/2013 18:40

    shh

  7. April il 15/11/2013 16:48

    shh

  8. rosangela2013 il 15/11/2013 16:35

    No no la donna nn tocca nemmeno con un fioreeeeee!sn contraria a tt cioooo!

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici...