Lara Zorzetto è nel mirino: prima manipolatrice e poi approfittatrice?

lunedì, 07/01/2019 00:28 da talpa Inserisci un commento »

Il ritratto serafico di Lara Zorzetto, dopo la fine di Temptation Island è stato letteralmente demolito poco a poco da chi con la suddetta ci ha avuto a che fare, anche se per pochissimo.

Prima Marina Sebastiani l’ha accusata di aver vissuto per un bel po’ a casa sua, per poi dirgliene di ogni alle spalle (inclinazione, quella di Lara, al pettegolezzo, confermata anche dagli altri partecipanti di Temptation Island), poi sono venuti fuori gli audio in cui lei avrebbe meditato la sua vendetta contro l’ormai ex Michael De Giorgio, costruendo il suo percorso a Temptation island a tavolino e ora, infine, sembrerebbe esser venuto fuori che la Zorzetto abbia anche approfittato della benevolenza e dell’ospitalità di Andrea Zaro, suo ex (?).

In realtà su questo punto sono rimasta un po’ sorpresa. Nel senso, tempo fa, proprio io ho scritto l’articolo in cui raccontavo il nuovo presunto amore di Lara con questo ragazzo, con il quale sembrava condividere l’amore per i cani ecc. ecc. Tuttavia, solo adesso mi sono resa conto che in realtà il ragazzo con cui ora sta Lara non è più Andrea ma è un altro. Non che io segua in maniera appassionata le sue vicende amorose, ma a volte, occupandomi di scrivere anche di lei, mi sono accorta solo ora di questa cosa.

Per carità, potrebbe essere finita per incompatibilità, però la cosa che mi fa strano è che proprio pochi minuti fa, al gioco delle domande di Instagram fatto da Martina, proprio Andrea abbia chiesto a quest’ultima quanto volesse per affittare la sua camera, ma soprattutto ad insospettirmi ci ha pensato la risposta di lei, che  per quel che ho capito, sembra essere una palese frecciatina a Lara e alle sue abitudini poco ortodosse di “usare” le persone. Ora, io non conosco Lara, ma se quasi tutte le persone che entrano in contatto con lei, dopo poco hanno la stessa impressione, la conclusione sembra essere una e sembra di stare sul set di Shutter Island dove o il protagonista è convinto di vivere con i pazzi che vogliono a tutti i costi incastrarlo, oppure, come poi si scopre alla fine, il colpevole è lui. Dispiaciuta di avervi, eventualmente, svelato il finale di uno dei miei film preferiti, vi lascio comunque con quest’enigma. Voi da che parte state?

P.S : Comunque da “Ti smonto come un mobile dell’Ikea” a “Ti uso come un mobile dell’Ikea” il passo è breve!

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici...

Leggi anche...


Per poter commentare questo post hai bisogno di un account.

     

oppure Registrati subito