Cecilia Zagarrigo racconta : “Passo le mie giornate a pensare a Carlo Pietropoli e…”

lunedì, 17/02/2020 13:45 da ludo_92 Inserisci un commento »

In questo articolo la protagonista principale è Cecilia Zagarrigo, corteggiatrice di Uomini e Donne del tronista Carlo Pietropoli.

Sappiamo tutti che fin dalla prima puntata, Carlo è rimasto molto colpito da Cecilia e così subito sono usciti in esterna.

Fin da subito si sono trovati molto bene, tra i due ci sono stati anche diversi baci solo che tante sono le discussioni avvenute tra i due infatti Cecilia alcune volte non è stata portata in esterna.

Intanto si racconta al magazine di Uomini e Donne.

Ecco le sue parole :

“…Non posso dire di stare bene o di essere serena. Questo programma riesce a scatenare un mix di emozioni che difficilmente le persone possono comprendere. Mi sto rendendo conto di quanto il mio umore dipenda da come vanno le cose con Carlo. E, devo dire la verità, sono settimane che torno a casa nervosa e amareggiata. La risposta cambia di giorno in giorno. Ci sono mattine in cui mi sveglio e dico: “Se ci pensi così tanto, se lo immagini nella tua vita, se ti fa così tanto arrabbiare con la stessa intensità con cui ti fa venire voglia di chiarirci, allora continua, vai avanti, a costo di sbatterci la testa“. Altri giorni sono demoralizzata, mi viene da buttare tutto all’aria. Ho pensieri contrastanti e non sono sempre lucida. Ho vissuto sensazioni positive con lui. Ci sono state settimane in cui avevo lo sguardo luminoso e mi sentivo protetta e desiderata, qualcosa che non provavo da tempo. In quei momenti ho iniziato a immaginare Carlo nella mia vita, a casa mia, nelle mie giornate. Da quando abbiamo iniziato a discutere, mi è capitato spesso di tornare a casa tra le lacrime e non stavo così per qualcuno da tanto. Questo certamente mi ha fatto capire tanto di ciò che sentivo per lui. Uso il tempo al passato perché a oggi non so più descrivere cosa provo per lui. Mi sembra strano che Ginevra Mancini si sia resa conto solo dopo due mesi di trono che potrebbe essere interessata a uscire con Carlo. E mi sembra ancora più strano che lui sia così felice di iniziare un percorso da zero con una nuova ragazza. Questo mi fa sorgere dei dubbi: mi chiedo se mi sia illusa io di avergli fatto capire chi sono veramente; mi domando se forse Carlo abbia bisogno di altro o stia giocando con i miei sentimenti. Se all’inizio pensavo fosse solo attrazione fisica, oggi ho capito che Carlo è preso da questa persona. Non lo nego: questa cosa mi stupisce. Marianna Vertola è totalmente diversa da me nei modi di fare, nelle movenze, per ciò che dice e per come lo dice. Non riesco a capire cosa stia cercando Carlo. La loro complicità mi fa venire il mal di stomaco e il nervoso. So quello che abbiamo provato io e Carlo quando siamo stati bene e so anche quanta rabbia ci mettiamo entrambi quando discutiamo. E anche in questi momenti si capiscono tante cose. Credo che a volte lui non riesca a distinguere la “Cecilia dei social” dalla “Cecilia persona”. Lo dico perché mi ha ripetuto più volte che secondo lui io sono condizionata dall’esterno o da ciò che pensano le persone. Eppure io sono sincera e ho sempre seguito la mia testa, senza ascoltare nemmeno quelli che mi consigliavano le mie amiche o i miei genitori. Nonostante non me lo dimostri o non me lo faccia capire, credo abbia compreso in parte che persona sono, quante fragilità abbia e quanto spesso mi senta insicura davanti a certi comportamenti. Bisognerebbe andare un po’ oltre il mio sorriso, oltre l’armatura che spesso indosso per paura di farmi male. Sì, agirei più di pancia e meno di testa. Quando ho abbandonato lo studio l’ho fatto cercando prima di capire perché lui avesse certi pensieri negativi su di me. La Cecilia istintiva non avrebbe mai permesso a nessuno di dire certe cose sul suo conto e non sarebbe mai rimasta in studio così a lungo non sentendosi voluta abbastanza. Ho avuto una reazione a scoppio ritardato, perché in quel momento ero interdetta e vedevo uno sguardo assente sul viso di Carlo. Mi sono sentita persa e l’unica cosa che volevo fare era tornare a casa, l’unico posto in cui mi sento protetta. Ora non l’ho voluto cercare, nonostante passi le mie giornate a pensarlo. Vorrei sentirmi capita, voluta, per una volta importante: sono curiosa di capire se verrà a cercarmi. Se potessi riavvolgere il nastro sarei diversa: avrei cercato uno scontro immediato in camerino e avrei riversato su di lui tutta la rabbia che mi avevano suscitato le sue parole. Per me è stato importante, perché è stato un bacio voluto e arrivato dopo essere entrati in sintonia. Gli ho dato così tanto valore che quando lo vedo con altre ragazze mi si attorciglia lo stomaco. Penso che sia arrabbiato con me. Forse prova delusione, ma credo sia una reazione eccessiva. Lo vedo adirato, come me del resto. Ma fino a quando provi rabbia vuol dire che c’è ancora qualcosa. E quando si diventa indifferenti che è finita. Credo che nel suo cuore ci sia tanta confusione: accettare di conoscere un’altra ragazza nonostante avesse già da due mesi me e Marianna, che già siamo tanto diverse, mi fa pensare che ancora non sappia che tipo di donna preferisce immaginarsi al suo fianco. Non gli bastavamo già noi due così diverse? O forse non gli basto io?  Nonostante il mio stato d’animo, ho estremamente paura di perderlo. Non voglio pensare di essermi illusa, non posso immaginare di aver vissuto certe sensazioni da sola…”

E voi cosa ne pensate delle parole di Cecilia? A voi i commenti.

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici...

Leggi anche...


Per poter commentare questo post hai bisogno di un account.

     

oppure Registrati subito