Lorenzo Amoruso, dopo il suo percorso a Temptation Island, si racconta e dichiara che…

venerdì, 31/07/2020 14:09 da ludo_92 Inserisci un commento »

Dedichiamo questo articolo di oggi a Lorenzo Amoruso, attuale compagno di Manila Nazzaro.

Sappiamo tutti che hanno deciso di mettere a dura prova la loro storia d’amore e partecipare al reality Temptation Island.

Dopo un lungo ed intenso percorso, i due hanno deciso di uscire dal programma insieme ed uscire dal programma sempre più forti di prima.

Lorenzo si racconta al magazine di Uomini e Donne.

Ecco le sue parole :

“…Ne sono rimasto lusingato ed è stato totalmente inaspettato. È pur vero che ho una spiccata personalità, una filosofia da leader, perché nel mio lavoro ho sempre dovuto fare il capitano, quello che mette da parte gli egoismi personali per far valere le ragioni giuste, ma non credevo che tutto questo sarebbe venuto fuori. Mi è sempre piaciuto provare a mediare, cercare soluzioni a situazioni complicate e osservare i fatti da punti di vista diversi. Quando si è immersi in un caos organizzato, come quello che si vive all’interno del villaggio, è difficile mantenere il focus. lo ho cercato di sfruttare la mia età e l’esperienza nel migliore dei modi, anche quando il cuore prevaleva sulla ragione. Nella vita di tutti i giorni mi ritrovo spesso a dare consigli : mi piace farlo e lo spirito d’osservazione non mi è mai mancato. Ho condiviso questo percorso con persone tutte molto diverse. Alessandro e Ciavy si portavano dietro un passato di coppia difficile. In una coppia non basta solo l’amore, ma serve anche il rispetto, la voglia di venirsi incontro all’interno del rapporto : le loro storie non sono andate bene perchè certi elementi mancavano da troppo tempo. Pietro e Antonella, invece, sono una coppia molto più navigata. E’ importante per loro che appaiono la situazione legata all’ex di lei. Se fossi al posto di Pietro non potrei mai avvettare una persona dal passato così radicata nel presente. Andrea e Antonio, alla base delle loro relazioni, un amore fortissimo. Antonio e, dall’altra parte, Anna, hanno avuto a mio avviso degli atteggiamenti poco rispettosi e per chi vive, come me le mancanze di rispetto e le bugie peggio di un tradimento, non sono aspetti da sottovalutare. Credo che siano delle relazione che abbiano bisogno di credere, ma che abbiano tanto potenziale. Con Andrea Battistelli è nata una sintonia spontanea. In certi momenti mi sono anche rivisto nella sua storia, forse perchè dall’altra parte c’era una madre di due bambini. Poi pensavo a quanto Anna e Manila fossero diverse : la mia compagna parlava di indipendenza totale ed Anna del contrario. Nessuna donna può pensare di trattare Andrea come un bambino, senza dargli il giusto valore : lui è un ragazzo con un cuore gigantesco, la testa sulle spalle e pieno di valori, come pochi se ne trovano alla sua età. Da amico, anche ora che siamo fuori, mi assicuro che abbia intorno a sè le persone giuste. Se la loro coppia funzionerà dipenderà molto dall’atteggiamento di Anna. Credo che, nonostante tutto, anche io le avrei dato una seconda chance. Odio vedere qualcuno attaccare o offendere persone che non sono presenti per replicare, soprattutto se la persona in questione è una donna. Ci sono modi e modi per farsi rispettare. Anche io alzo la voce ma quella è una mia caratteristica, non un gesto intimidatorio. Una situazione come quella del falò tra Ciavy e Valeria, dove lui non le ha permesso di esprimersi, è qualcosa di molto distante da me. Non sono il paladino delle donne, però le amo. Per me le donne sono la forza di questo mondo, per certi versi anche superiori a noi uomini, basti pensare che hanno il potere di dare alla luce una vita. Spero che sia il mio punto di arrivo ma allo stesso tempo anche quello di partenza. La nostra storia ha vissuto tante problematiche dovute alle situazioni che vivevamo intorno, ma le abbiamo sempre affrontate insieme. Dopo una vita spesa a girare il mondo, sempre in giro e con tante partner diverse, è arrivata lei e quando riconosci di aver trovato tutto ciò che cerchi e ti accorgi lontano un miglio che è la persona giusta, la vita ti cambia. Temptation Island ci ha avvicinato ancora di più perché ci ha fatto esporre e dire ad alta voce dei piccoli problemi che ci logoravano. Sfogarsi aiuta a smussare gli spigoli. Io sono sempre più convinto di aver trovato la mia metà. Un uomo che si divertiva. ll calcio mi ha messo di fronte a situazioni surreali ed ero molto distratto da mille tentazioni. Non ero abbastanza maturo da pensare di stare tutta la vita con una donna: preferivo correre dietro alle passioni del momento. Una cosa, però, non è mai cambiata e sono i valori che mi ha trasmesso la mia famiglia. I miei genitori sono stati sposati per quasi cinquant’anni: sono cresciuto con la mentalità della costanza e del sacrificio. Mio padre faceva di tutto pur di non farci mancare niente e mia mamma lavorava come sarta e contemporaneamente gestiva la casa. Per me la famiglia viene prima di ogni altra cosa e ci deve essere sempre per aiutare. Quando ho iniziato a desiderare una donna per tutta la vita, sono dovuto passare per diverse partner sbagliate prima di trovare il vero amore. Il mio piccolo cruccio resta quello di non aver avuto figli, perché mi sarebbe piaciuto lasciare un’impronta in questo mondo. Sono e siamo ancora in tempo, ma non é detto che la natura ci dia la forza. Ci proveremo. La capacità di conquistare la fiducia delle donne dal punto di vista mentale. Mi piace sorprenderle e soprattutto ascoltare. Quando una persona riesce a trovare al suo fianco qualcuno che è disposto a sentirla ed è ricettivo, trova una valvola di sfogo incredibile. lo sono una spugna e immagazzino tutto. La fama da calciatore mi ha portato a combattere con l’etichetta dell’uomo senza cervello, ma ho sempre dimostrato con i fatti tutto il contrario. Non sono mai stato il classico uomo da chiacchiere da spogliatoio. Ne ho tante, ma ce n’é una che ho ripetuto più volte nel villaggio a cui nessuno ha saputo dare una spiegazione: “L’uomo perfetto ha sette difetti”. In realtà non mi riferivo al genere maschile ma all’uomo nel senso di essere umano e con “sette difetti” intendevo i vizi capitali. Credo che nessuno possa dire di non aver commesso uno di questi peccati almeno una volta nella vita..”

E voi cosa ne pensate delle parole di Lorenzo? A voi i commenti.

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici...

Leggi anche...


Per poter commentare questo post hai bisogno di un account.

     

oppure Registrati subito