Video puntata Uomini e Donne 5-02-2018 : Scelta Paolo Crivellin

lunedì, 05/02/2018 21:00 2 commenti »


Dopo 8 mesi di travaglio, di doglie, di dolori uterini, di speranze disattese, di viaggi fatti a vuoto, finalmente Paolo Crivellin ha partorito la sua decisione e per sua fortuna ha scelto bene.

Quando dico che ho sempre e da sempre preferito Angela, sia come persona che come corteggiatrice, sia singolarmente che insieme a lui, non è per partito preso. Non mi sono svegliata una mattina e insieme a tantissime altre persone ho deciso di tifare per questa coppia. Evidentemente questo è accaduto perché di base, quello che hanno costruito insieme lei e Paolo, è di gran lunga più emozionante, toccante, commovente di tutto quello che invece abbiamo visto con altre ragazze. Agli appassionati di questo programma capita una cosa particolare, soprattutto ai più romantici. Tutti e dico tutti tendiamo ad immedesimarci nella corteggiatrice o nel corteggiatore di turno, per la gioia di immaginarci in un’ipotetica storia d’amore, un po’ come accade quando ci troviamo di fronte ad un bel film. E in questo la bellezza c’entra poco. Importa poco se il protagonista o la protagonista sia magnifica/o e perfetta/o, quello che conta è la sensazione che scatta nel farci avvertire il desiderio di essere guardati come, parlo per noi ragazze, il tronista guarda la corteggiatrice “preferita”.

Da lì nasce la voglia di vedere insieme il tronista e la ragazza che a noi ha colpito di più. Quindi non mi stupisce il fatto che in questo caso ci abbia azzeccato con il nome della scelta. Forse si è trattato di intuito, o forse la maggior parte di noi aveva già capito da tempo quello che forse Paolo aveva paura ad accettare. Comunque concluso sto pippone psicologico, e tentando di costruire un discorso sensato senza lasciarmi influenzare dalle emozioni che in questo momento mi commuovono, voglio provare a spiegarvi cosa ne penso di questa scelta. Come ho più volte detto, anche se in quest’occasione lo ribadisco con meno astio (e chissà perché), tutto questo trono è stato un groviglio di nodi e di fatti che ancora adesso faccio fatica a spiegarmi, ma come ho già ribadito, questo rientra nel perfetto stile Crivellin. Anche se, devo ammettere che con sta storia della villa mi ha lasciata spiazzata. L’ho visto sciolto, meno ingessato. Oh si è persino buttato nella jacuzzi, che scherziamo. Anche se in quel momento devo confessare che ho temuto per il sul povero cuore, messo già a dura prova dalla tensione.

Con Angela che si dimenava addosso, nemmeno un tipo stoico e razionale come lui poteva resistere. Che bello vedere che respira e si emoziona. Ovviamente non avrei voluto essere nei panni di Marianna Acierno in questo momento, ma d’altronde c’era da aspettarselo che la vicenda potesse prendere questa piega. Ho trovato un po’ assurde le parole di lei, che quando ha saputo di non essere scelta ha fatto intendere che per lei la decisione di Paolo fosse dettata principalmente dall’ormone. Ormone? Per uno che ci ha impiegato il tempo giusto per la costruzione di un’altra Tour Eiffel per arrivare ad u a conclusione? Non ci credo nemmeno se fosse lui a dirmelo. Per quanto riguarda il modo in cui Ciuffo (ora posso permettermi di volergli bene) ha detto ad Angela di volerla nella sua vita, forse ammetto che è valsa la pena aspettare tanto tempo ed affrontare la passione di Cristo con tutte le stazioni della via Crucis, se poi ad aspettarci c’era questo finale mozzafiato. Per un attimo è riuscito pure a togliermi le parole, pensate a quanto è stato bravo! Ma poi mi sono ripresa in grande stile.

Ho amato il modo in cui lei si è emozionata ed anche il modo in cui lui si è avvicinato a lei, quasi avesse paura di romperla. Non c’è niente di più bello di vedere due persone emozionarsi così. Ed è stata pure carina lei a non schiaffeggiarlo ripetutamente dopo le pene che ha subito, troppo tenera. E poi il “me so scucciat di Paolo?” Adoro. La cosa che più mi ha dato soddisfazione di questa scelta sono stati i capelli scombinati di Paolo. Ah finalmente. Non so quante volte ho desiderato vederlo umano, vulnerabile e infinitamente tenero. Dunque siamo arrivati alla fine di questo percorso e un po’ mi dispiace. Finalmente avevo trovato una persona su cui divertirmi a scrivere, dal momento che Paolo mi ha fornito materiale a sufficienza per anni. Attenzione però, generalmente i personaggi di cui mi interessa trattare nei miei commenti sono sempre personaggi pieni di cose da dire, persone che dimostrano di avere uno spessore interiore non indifferente e io ho sempre pensato che Paolo ne avesse da vendere. Per cui, alla fine mi trovo pure a ringraziarlo per essere riuscito a farmi emozionare così tanto.

Grazie Paolo per aver insegnato a tutti che non c’è niente di male a lasciarsi andare, che la paura di esporsi è di gran lunga minore dell’angoscia di non vivere, di restare cristallizzato in una sfera di apparente perfezione che non fa altro che annichilirti, caricandoti di aspettative che ti immobilizzano per il terrore di sbagliare. Abbiamo scoperto che non sei perfetto, e menomale aggiungerei. Grazie per essere stato te stesso dall’inizio alla fine, per aver fatto ricredere molti che in te vedevano solo una persona arrogante rinchiusa nel corpo di un surfista californiano. Ma il ringraziamento più grande lo devo necessariamente ad Angela. Piccola, grande donna. Tu che hai saputo dimostrare a tutti che dal dolore se ne può uscire più forti, senza dover necessariamente perdere la capacità di emozionarsi. Come ti ho detto più volte, nei miei commenti, non ho mai pensato nemmeno una volta che tu non fossi degna di avere il migliore dei finali, di emozionarti e di piangere di gioia. È stato un onore vederti battere in quello studio per qualcosa per cui valeva la pena lottare. Ed ora che sei al settimo cielo, ricordati di una cosa: meriti ogni singolo frammento di questa felicità che ormai ha preso la forma del tuo sorriso e di quello del tuo Ciuffo preferito. Godetevela e Paolo guai a te se me la fai soffrire. Ogni altra parola sarebbe superflua.. Per cui concludo qui questo monologo facendovi l’augurio di continuarvi a guardare così per sempre.  (inlove)  (inlove)  (inlove)  (L)  (L)  (L)  (L)

P. S Se pensate che i miei commenti su di voi siano finiti, vi sbagliate alla grande.

Ecco i video della puntata di oggi di Uomini e Donne del 5 Febbraio 2018

VIDEO INTERO DELLA PUNTATA : 

Guarda il Video

Paolo non sceglie Marianna :

Guarda il Video

Una villa per tre (parte 1) :

Guarda il Video

Una villa per tre (parte 2) :

Guarda il Video

Una villa per tre (parte 3) :

Guarda il Video

Una villa per tre (parte 4) :

Guarda il Video

Una villa per tre (parte 5) :

Guarda il Video

Paolo ed Angela – best moments :

Guarda il Video

Paolo e Marianna – best moments :

Guarda il Video

La scelta di Paolo :

Guarda il Video

 

 

 

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici...

Leggi anche...


Per poter commentare questo post hai bisogno di un account.

     

oppure Registrati subito

  1. mika il 05/02/2018 22:17

    Bellissimo commento!Come ho sempre ribadito non avevo alcun dubbio che la scelta fosse Angela! Per me una delle coppie più belle di questo programma!Mi hanno emozionato fin dalla loro prima esterna!Mi mancheranno tanto!Marianna può dire tutto quello che vuole ma dietro alla scelta di Paolo non c’è solo l’ormone, ma tanto tanto sentimento!Mi dispiace per lei ma in tanti per mesi abbiamo visto questo!Paolo ci avrà fatto tanto penare ma alla fine con tutti i suoi dubbi e le sue paure è stato più vero di altri li dentro, e devo dire che alla fine ha fatto bene a fare quello che ha fatto. Non bisogna mai dimenticarsi che era a “Uomini e donne” e non nella vita reale!A partire da oggi inizierà la loro storia d’amore lontana dai riflettori come è gisto che sia!Auguro ad Angela e Paolo tantissima felicità!!!

  2. leny30 il 05/02/2018 21:12

    Come sempre bellissimo articolo, ma non mi dire che lui non aveva già la sua scelta, da tempo.
    Pertanto ha avuto ragione Marianna a dirgli di aver tirato le cose alla lunga perché voleva delle conferme da Angela. E visto il coinvolgimento di Marianna Paolo avrebbe fatto meglio a continuare con qualcun’altra.
    L’unica cosa che “rimprovero” a Marianna è quello di essersi prestata a questa messinscena e di averci creduto sino alla fine. Il suo respiro affannato, durante la visione dei best moments, è stata la conferma dell’interesse che aveva per lui. Purtroppo al cuore non si comanda.
    Cmq, per me, Marianna rimane una delle poche persone (non personaggi) che si sono seduti in quello studio.

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici...

Rispondi anche tu a questo commento.